Le Gilde del Bosco

2014-11-26-AltroVivere (23)

Con le parole di Mariagrazia Semprebon nel suo articolo pubblicato su VeronaGreen, giornale online dedicato interamente al tema della ecosostenibilità:

AUTOSUFFICIENZA POSSIBILE E CONDIVISA

Ad un’altitudine di 450 metri, ai piedi del Monte Baldo e affacciato sul Lago di Garda, si può trovare un piccolo tesoro: un bosco ostrieto incontaminato di circa tre ettari

Ad un’altitudine di 450 metri, ai piedi del Monte Baldo e affacciato sul Lago di Garda, si può trovare un piccolo tesoro: un bosco ostrieto incontaminato di circa tre ettari ed una costruzione in sasso dove si fanno prove di autosufficienza applicata, con l’intento di creare un modello di vita e lavoro che concretizzi una rassicurante alternativa alle criticità del nostro tempo. Il sito è raggiungibile con un fuoristrada, inerpicandosi poi su un breve sentiero: “Le Gilde del bosco” è un ecosistema di persone che, attraverso una nuova economia, mira a raggiungere una autosufficienza possibile e condivisa, che possa essere replicato a sostegno del benessere personale, sociale e ambientale. Il progetto è ancora agli inizi, ma l’obiettivo è ambizioso e poggia su ideali di sovranità alimentare, resilienza, biodiversità e sostenibilità.

Molte sono le attività sperimentali che possono essere svolte da chi è interessato a cimentarsi nella realizzazione di un progetto: cura e raccolta di erbe spontanee ad esempio, o trasformazione dei prodotti della terra, tinture vegetali, cosmetici, arte, ecoartigianato, raccolta funghi, allevamento di lumache, api, asini, capre e galline, attività vivaistiche, sviluppo del turismo, didattica, eventi, benessere a 360°. Purché sia coerente con i principi fondanti e sia legato alla valorizzazione delle risorse del posto, nell’assoluto rispetto della natura e dei suoi sistemi.
Alle Gilde si può trovare anche la possibilità di alloggio temporaneo per chi promuove i progetti.
Chi invece è principalmente interessato a sperimentare uno stile di vita legato alla natura ha la possibilità di curare l’orto, pulire il bosco, tracciare sentieri e swales, ripulire i terrazzamenti per salvare l’uliveto, ideare tecniche semplici per la cura e manutenzione della casa in sasso e per la sua efficienza energetica e funzionale.